.. AND THE WINNER IS …

La REDAZIONE

BANDO PIANO STRUTTURALE …ENNESIMO VIETNAM DELLA GIUNTA .UN ALTRO  ASSESSORE (URBANISTICA)  BRUCIATO POLITICAMENTE OGGI E .. DOMANI.LIVORNO SOTTO TUTELA DELL’ ONU ?

st.John

‘come si dice canonicamente, sospenderei un attimo la discussione sulle cose che ci dividono (per quel che mi riguarda, in politica, tutte) per fermarsi su quelle che uniscono.
Il Livorno non può andare avanti così. Con una società che esiste solo come pretesto per fare quei movimenti di cartellini per garantire determinate plusvalenze in estate. La città ha bisogno di senso di coesione, di aggregazione, di entusiasmo e andare al Picchi, vi assicuro (visto che ci vado regolarmente, come da sempre), oggi è ritrovarsi in faccia tutta l’apatia di una città anche nei momenti di svago.
Dal punto di vista identitario, che in una città è un patrimonio che va ben oltre l’identità, il declino del Livorno, l’attuale gestione minimale di Spinelli sono un brutto colpo.
Anche qui non si intravedono svolte. So che c’è chi vive bene a Livorno proprio a causa di questa complessiva assenza di alternativa. Meno male sono sempre più in minoranza.’

GLAMBERTI

 ‘La fiera delle inesattezze, errori ed omissioni genera i peggiori sospetti. Io , francamente, l’ho scritto ieri sul Tirreno, sono convinto che si tratti di una serie di scemenze, del resto lo stesso Grassi, tomotomo cacchio cacchio, aveva riconosciuto la possibilità di errori nel bando. Hai detto niente, in altri campi, se si amputa una gamba per un’altra, non basta chiedere scusa. ma l’impressione e’ quella di una fase che si sta chiudendo ( speriamo ). Basta che non resti un campo devastato da tante sciocchezze. Che poi riescano pure a dare , magari in buona fede, l’incarico a quelli che tutti sussurrano nei bar e tra gli addetti ai lavori, magari in associazione con questo o quello, non posso nemmeno immaginarlo. I furbetti del quartierino , che si possono agevolmente immaginare anche a Livorno, hanno bisogno di una politica debole e truffaldina. Ma a volte basta solo la prima delle due. E se poi, come dice St.john, la città e’ rassegnata anche a perdere con l’Ascoli , allora i rischi diventano enormi. Ed il primato della buona politica dovrebbe accomunare tutti, in uno scatto d’orgoglio. Anche perché sentirsi spiegare da un tipo venuto da Bruxelles che abbiamo un porto ed un aeroporto, addirittura, e che messi insieme potrebbero..farebbe incazzare chiunque, nel mondo occidentale. A proposito di orgoglio ed identità .’

 
Annunci

6 Responses to .. AND THE WINNER IS …

  1. Pasquale Lamberti ha detto:

    ” La città ha bisogno di senso di coesione, di aggregazione, di entusiasmo e andare al Picchi, vi assicuro (visto che ci vado regolarmente, come da sempre), oggi è ritrovarsi in faccia tutta l’apatia di una città anche nei momenti di svago.” -.–

    Venerdi sera appena tornato dal Picchi , quasi congelato dal freddo , ho preso e scritto un post che poi non ho inviato per vari motivi …
    Esattamente quello che ha scritto st.john . Simpatica coincidenza :))

    La fotografia della città era lo stadio e la squadra del Livorno .

    Non sono d’accordo su Spinelli , va tenuto stretto , stimoltato a fare di più.
    Cioè ad investire tecnicamente sulla squadra .
    Squadra tra l’altro senza sangue e leader . Il contrario esatto della storia del Livorno .

    Anche lui , a suo modo , risente del disinteresse generale ..

    Coesione , aggregazione ed entusiasmo .. giustissimo ma prima di tutto bisognerebbe voler bene alla propria città.

    E qui , da parte di troppi manca proprio quello .

    Non si può andare avanti così.

  2. st. john ha detto:

    >Non sono d’accordo su Spinelli , va tenuto stretto , stimoltato a fare di più.

    per carità visto che il calcio oggi è un bagno di sangue, salvo le 5-6 squadre di A che ricevono cifre impressionanti dai diritti, e che c’è una crisi vera non è che uno si intestardisce sul nome del presidente.
    Però il Livorno, come il palio (minimo maltrattato), è dall’inizio del novecento uno degli elementi connettivi della città. Questa situazione non fa che aggravare la crisi della coesione sociale del territorio. Aggrava la sensazione, oltretutto, che i cittadini siano abbandonati dalle istituzioni. Se cominci dal lavoro, passando per i servizi sociali (la vicenda degli asili può essere risolta nella mente della Roncaglia ma la gente è imbelvita) e finisci al tempo libero sempre con istituzioni assenti poi non finisce bene. Quando l’abbandono è totale una città finisce nella mani del primo Cito che passa. E guardate che fine ha fatto Taranto da Cito in poi..

  3. Pasquale Lamberti ha detto:

    Tenere duro e costruire il futuro con l’aiuto di tutti .

    Usando la ragione ed il buon senso .

    Cito qui non ce lo possiamo permettere .

  4. dilontano ha detto:

    lascerei perdere il livorno calcio, anche come metafora. Sembra ben più preoccupante che ci siano errori nel bando di gara per l’affidamento dell’incarico di redazione del nuovo piano struttturale.
    Leggendo quel disciplinare sul sito del Comune il sospetto dell’inciucio non è fuor di luogo. Dimostrino che non è così, ma il fatto che si voglia affidare un incarico di questo genere nel contesto vacuo di indirizzi ed obiettivi non può che proccupare, per il primo fatto e per gli esiti che potrebbero scaturire da questo piano strutturale. nNe abbiamo già avuto uno di piano strutturale e non è stato il massimo, anzi, tutt’altro, speriamo che non si perseveri.
    Allora, perchè invece di un incarico per la totale esternalizzazione non si è scelta la strada di costituire un ufficio di progetto con giovani da far crescere e qualche consulente coordinatore? Far crescere professionalità in una città che invecchia sempre più con le stesse facce è un optional,un ‘eresia, non è guardare al futuro?

  5. Sono quasi totalmente in sintonia con quanto scrive, ho detto scrive, in questo post SJ, è così in questo caso. Pure la frase di Pasquale non si può che condividere, non possiamo fare altro se voglamo evitare un Guazzaloca anche a Livorno, ma qui c’è la garanzia di un C. Dx. inesistente per nostra fortuna.

  6. henry brubaker ha detto:

    Belle parole,Di Lontano,ma trattasi,evidentemente,di esternalizzazione pilotata.Un ufficio di progetto fatto di giovani avrebbe messo in discussione i presupposti della pianificazione.C’è veramente poco da pianificare,in questo Ps.Occorre soltanto qualcuno di fiducia che definisca le quantità.Almeno Spinelli qualche giovane lo lancia.Il problema è che ci sono due giocatori fermi in mezzo al campo. Lo stesso puo’ capitare nelle Giunte.Dipende dal ruolo….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: