Credo che ci ritengano tutti scemi, come se la città fosse ormai rassegnata a tutte le panzane possibili

Giustissimo. Il discorso sulla fedeltà a prescindere, di presunti manager. Di Fattinonparole (*)
Così come è condivisibile il ci è o ci fanno. di Ernesto e Kinto (*).
Intanto, per la Delphi, la domanda che si fa Ernesto è semplice. Ma come stavano le cose lo scoprono solo ora e dopo circa due anni di contatti, garanzie e gocce di informazione? e i sindacati, che oggi dicono che comunque vada, il fatto che la SPIL compri le aree è sempre un passo avanti, tanto qualcuno si trova, prima o poi! Roba da stropicciarsi gli occhi.
Senza parlare di ASA e dei quattro anni di gestione che si concludono senza che il responsabile e chi lo ha nominato ne traggano un minimo di consuntivo. Oppure, ma questa volta è davvero patetica, dopo quattro anni rifarsela con quelli di prima. Anzi rifarsela con quelli di prima e con i genovesi chiedendo (solo ora e non come era nei patti a distanza di sei mesi dall’acquisto) una revisione della governance. Il solito ritornello, va bene tutto purchè si possa scaricare ad altri le responsabilità. La citazione di Parisi della barzelletta di Totò, a proposito di Veltroni, qui sarebbe assai pertinente. E’ una citazione che ho fatto spesso anche io, alè.
Credo che ci ritengano tutti scemi, come se la città fosse ormai rassegnata a tutte le panzane possibili. Ma non credo proprio che sia così rassegnata. Se i riparatori vanno al Consiglio di Stato, i dipendenti Delphi certo non stapperanno lo spumante, l’Asa va avanti a scioperi con adesioni totali e via dicendo.
Forse anche la politica potrebbe accorgersi che le cose non sono così lineari a Livorno, non ci vuole molto. E poi si parla di radicamento e rapporti con i problemi veri dei cittadini, a prescindere dalle proprie carriere personali. Ma via!

Gianfranco Lamberti

(*) commentatori di questo blog

Annunci

9 Responses to Credo che ci ritengano tutti scemi, come se la città fosse ormai rassegnata a tutte le panzane possibili

  1. ernestoscontento ha detto:

    Fuori tema.

    Chi è interessato, sul sito del CENSIS alla voce un mese di sociale, ci sono 4 interessanti indagini che spaziano a tutto campi, forse danno un’idea di come vivono certe situazioni gli Italiani, e Livorno non è certamente in Burchina Faso.

    Ma li c’è qualcosa di più e dimostra anche perché il PD a perso le elezioni, l’ultima è ricerca ( la n.4) è gli Italiani e il nuovo bisogno di stato, la terza parla di imprese che si sono dislocate all’estero e perché.

    Ma noi come dice Luca Ricolfi “ci sentiamo i Migliori” e non ci rendiamo conto che rimaniamo antipatici.

    PS:

    Se non fosse perché è L’Italia e i cittadini Italiani a pagarne le conseguenze, ci sarebbe da ridere, non solo si sono fatti soffiare la collocazione politica da Giulio Tremonti ( leggi la paura e la speranza) ma mi verrebbe voglia di raccogliere un po di materiale e mandarlo ai diretti interessati che da domani cominceranno a rincorrere ciò che era loro per storia e tradizione politica, ma risulteranno agli occhi del cittadino sempre e comunque secondi.

    VOI SIETE TESTIMONI, IO MI SONO SEMPRE DICHIARATO IN TEMPI NON SOSPETTI UN KEYNESIANO CONVINTO TANTO DA RISCHIARE L’ABBAIONE PUBBLICO AL SOLO NOMINARLO.

  2. kinto ha detto:

    I due ultimi post del Dott.Lamberti fotografano alla perfezione la realta’ livornese.
    dire che e’ una situazione sull orlo del baratro pare davvero eufemistico.
    Ma sara’ di qualcuno,o piu’ di uno,
    la responsabilita’ di tutto questo nerissimo sfacelo, oppure no?
    Saluti

  3. Rosso ha detto:

    Dott.Lamberti , se i livornesi continueranno a votare Cosimi è giusto che si meritino chi di perdere il lavoro e chi di essere4 preso per il culo.
    Lei vada avanti per la sua starda a denunciare tutto e tutti.

    tanto , la perdita dei posti di lavoro dei comuni mortali è compensata da Marco Filippi , operaio senatore da 22000 euro mensili o da un principiante Presidente alla DI ROCCA da 65000 euro annui , da se’ decisi.
    Oppure da un Direttore Generale che prende 2 indennità ( anche Comandante dei Vigili..) da 100000 euro , oppure da una Anna Maria Biriccotti che tra pensioni parlamentari e stipendio costa alla collettività di sinistra quasi 200000 euro annui.
    L’elenco dei COMPAGNI dei lavoratori di sinistra di Asa e dell’ Ex Delphi sarebbe lungo ………..

    Chi va per questi Cosimi ….questi Cosimi piglia…..

  4. Voltaire ha detto:

    stipendi e pensioni, se sono dovuti per legge, non possono venire discussi. si può discutere se qualcuno è all’altezza della carica che occupa, oppure se quella carica l’ha avuta come ricompensa per la fedeltà dimostrata a un partito o a un capobastone. vorrei che le stesse ricompense potessero averle le migliaia di livornesi in pericolo di perdere il posto di lavoro, quelli assunti con contratti umilianti degni deitempi delle solfatare raccontate da Pirandello, i piccoli commercianti che hanno chiuso bottega o la chiuderanno, eccetera.
    leggere le dichiarazioni dei sindacati sulla Delphi e poi della serenità di Cosimi toglie davvero le ultime speranze. Lamberti vada pure avanti, male che vada sarà stata combattura una battaglia civile contro un sistema illogico o che comunque segue una logica estranea a quella della politica in possesso delle sue facoltà e dell’economia elementare.

    oltre alla possibilità di una spaccatura in SD, leggo di botte da orbi tra RC e PdCI. questo è lo stato della politica oggi a Livorno. in linea con tutto il resto.

  5. kinto ha detto:

    Sottoscrivo il tuo post Voltaire.
    Saluti

  6. Rosso ha detto:

    Voltaire , hai perfettamente spiegato il senso del mio intervento.
    Infatti non dico mica che qualcuno ruba lo stipendio o la pensione , legalmente tutti onesti. Moralmente ed eticamente mi sembrano BARABBA e i 40 ………… . (licenza favolistica..) !

    E cmq , tra RC e Pdci non sono botte da orbi, MA SEGGIOLATE SULLE GENGIVE !

    p.s. Timida reazioni dei Riparatori Navali ???

  7. Voltaire ha detto:

    Barabba? Barabba non è il personaggio di una fiaba, è un personaggio del Vangelo. e i 40 a cui accenni chi sarebbero? i ladroni forse? in questo caso con Barabba non ci combinano niente :-(

  8. stem ha detto:

    Leggo spesso il vostro dibattito ma sono intervenuto in rari momenti credo una sola volta…

    La domanda che voglio fare al Dott.Lamberti è una :

    Si candida a fare il Sindaco?

    Anche perchè ho sentito spesso parlare di primarie, ma quello che non ho capito è se le primarie le fa il PD o prima vengono fatte le alleanze e poi le primarie? perche altrimneti rischi di essere il sindaco del PD…..

    Domande queste che ad oggi nessuno mi ha saputo rispondere….

    Si sente parlare in citta di un lista civica di centro destra sinistra, personalmente la ritengo un errorre, le battaglie se si fanno si fanno dentro e non fuori…

    Rispetto al livorno… ognuno raccoglie quello che semina… e siccome è 18 anni che si semina male prima nel PDS poi nie DS e infine nel PD…. Si pensava di avere un gruppo dirigente migliore?

    a presto e attendo risposte….

  9. Gianfranco Lamberti ha detto:

    caro stem, la mia posizione l’ho resa più volte pubblica. Ritengo che una ricandidatura in modo burocratico ed automatico di un sindaco uscente sia un grave errore. Quando si dice ( Veltroni ), come ora si dice, primarie sempre, ritengo lo si dica anche per un caso come il nostro.
    Naturalmente primarie vere, mettendo tutti nella condizione di competere alla pari, secondo un sistema di regole uguale per tutti, ovviamente. In questa ipotesi io auspico che ci siano diversi candidati autorevoli, meglio ancora se giovani e capaci. Si misureranno. Sarebbe triste che il pd o non facesse le primarie o facesse delle pseudo primarie come nelle ultime occasioni. Sarebbe la soluzione peggiore di tutte.
    Io mi regolerò in base a quanto accadrà nel mio partito e ne trarrò le conseguenze personali. Parlo, ovviamente di primarie e riguardano le candidature del mio partito, chi altri sennò.
    Io lavoro perchè si facciano primarie serie , per quel poco che posso, ovviamente dentro il mio partito. Nell’interesse non solo del pd, ma della città.
    Quanto al sindaco “solo del pd” non si preoccupi, il sindaco lo votano i cittadini e sono liberi di votare chi vogliono, chi è eletto sindaco è sindaco di tutti e non di questo o quel partito. Non credo proprio che un partito sia in grado, oggi più che mai, di imporre un sindaco non gradito alla maggioranza dei cittadini, non le pare? Oggi , il punto vero è questo e ci sono diverse dimostrazioni recenti, nessuno accetta più imposizioni di sorta, alla fine chi decide è il voto libero di tutti.
    Quanto al fatto che si raccoglie ciò che si semina, ha certamente ragione, ne ho qualche esperienza, anche se non sempre è possibile prevedere eventi, che possono sfuggire ad una analisi fatta secondo parametri consueti.Ma questo è un altro discorso e ci porterebbe lontano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: